martedì 26 giugno 2018

Turbante di sgombro con melanzane essiccate, crema di zucchine e i suoi fiori

Continua la rubrica #healthyfood per combattere il caldo della vasta Pianura Padana, con piatti leggeri, salutari (il pesce azzurro è nella top 5) e facili da preparare, anche in anticipo.
Io personalmente adoro lo sgombro, solo secondo nella mia personale classica dopo le eterne ed eclettiche acciughe. Versatile, gustoso, ricco di omega 3 e pure economico!

Ingredienti:
uno sgombro medio ogni due persone
tre zucchine
due o tre fiori di zucchina
qualche foglia di basilico
una melanzana
salsa di soia
una cipolla di Tropea
sale e olio evo
un peperoncino

Preparazione:
iniziate tagliando la melanzana a fette di circa mezzo centimetro. Disponetele su di un tagliere e stendetele al sole per mezza giornata.
Pulite e sfilettate gli sgombri (non hanno squame e sono davvero semplici da preparare anche per i più pigri).
Intanto soffriggete la cipolla con l'olio e il peperoncino e saltatevi le zucchine a rondelle, facendole poi cuocere 10 minuti con poca acqua. Ancora un po' calde, salate e frullate.
Per il turbante, disponete due o tre fette di melanzana essiccata su una metà del filetto, quindi anche mezzo fiore di zucchina e una foglia di basilico. Arrotolate ben stretto e legate con lo spago da cucina.
Rosolate di sgombri in padella con pochissimo olio, prima a fiamma viva, poi abbassando e avendo cura di cuocere su ogni lato (circa 20/25 minuti).
Servite con la crema di zucchine a specchio e qualche goccia di salsa di soia.

3 commenti:

  1. Mi piace tantissimo e mi ricorda una siepe fronte mare con della "strana biancheria" stesa. Bravissima

    RispondiElimina
  2. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina

Fammi sapere cosa ne pensi!