giovedì 12 luglio 2018

Stroncatura con ragù bianco di baccalà, cumino e uvetta

Le vacanze in Calabria di quest'anno sono già un ricordo lontano e, nonostante i nostri "weekend feriali" al mare qua e là giusto per scappare dall'afa della pianura e dalle sue zanzare, un po' di nostalgia resta.
La stroncatura (o struncatura) è una pasta integrale rustica preparata con ciò che rimane della lavorazione del frumento, crusca e segale, tipica della Calabria tirrenica.

Ingredienti:
400gr di stroncatura
600/700gr baccalà ammollato
50gr uvetta
mezzo bicchiere di latte
olio evo
uno spicchio d'aglio
un peperoncino
cumino
sale

Preparazione:
soffriggete l'aglio in camicia in olio extravergine con il peperoncino. Scartate e tostate i filetti di baccalà sfilacciati con le mani a fiamma alta. Spolverate di cumino e fate cuocere dolcemente per dieci minuti. Fate riposare aggiungendo il latte a temperatura ambiente e le uvette.
Sbollentate la pasta, scolandola tre o quattro minuti prima del tempo di cottura.
Saltatela in padella aggiungendo acqua di cottura quanto serve a lasciare la pasta cremosa.

mercoledì 4 luglio 2018

Zucchine tonde ripiene, farro lenticchie e scamorza

Il caldo continua, assieme alla rubrica #healthyfood.
Le prime ore del mattino sono le uniche per sbrigare qualche commissione, così come passare l'aspirapolvere e accendere il forno, senza sudare troppo.
Inoltre, l'orto comincia a richiedere attenzioni, zucchine e melanzane non mancano e cercare idee diverse di cucinarle permette di sfruttare i propri prodotti senza annoiare il palato.

Ingredienti:
una zucchina tonda a testa
una cipolla rossa
due cucchiai di lenticchie
due cucchiai di farro integrale
50/70gr di scamorza affumicata
un peperoncino
un paio di crackers
olio evo

Preparazione:
sbollentate per dieci minuti le zucchine. Intanto, cuocete farro e lenticchie per 40 minuti.
Tagliate il cappello delle zucchine e scavatele con un cucchiaino.
Fate sgocciolare in un colino la polpa delle zucchine, eliminando i semi più grandi. Soffriggete leggermente la cipolla tritata fine con il peperoncino e l'olio, aggiungendo poi la polpa delle zucchine.
Frullate il tutto con i crackers e un pizzico di sale. Unite il farro, le lenticchie e la scamorza tagliata a cubetti piccoli.
Infornate a 200° per 20/25 minuti.

martedì 26 giugno 2018

Turbante di sgombro con melanzane essiccate, crema di zucchine e i suoi fiori

Continua la rubrica #healthyfood per combattere il caldo della vasta Pianura Padana, con piatti leggeri, salutari (il pesce azzurro è nella top 5) e facili da preparare, anche in anticipo.
Io personalmente adoro lo sgombro, solo secondo nella mia personale classica dopo le eterne ed eclettiche acciughe. Versatile, gustoso, ricco di omega 3 e pure economico!

Ingredienti:
uno sgombro medio ogni due persone
tre zucchine
due o tre fiori di zucchina
qualche foglia di basilico
una melanzana
salsa di soia
una cipolla di Tropea
sale e olio evo
un peperoncino

Preparazione:
iniziate tagliando la melanzana a fette di circa mezzo centimetro. Disponetele su di un tagliere e stendetele al sole per mezza giornata.
Pulite e sfilettate gli sgombri (non hanno squame e sono davvero semplici da preparare anche per i più pigri).
Intanto soffriggete la cipolla con l'olio e il peperoncino e saltatevi le zucchine a rondelle, facendole poi cuocere 10 minuti con poca acqua. Ancora un po' calde, salate e frullate.
Per il turbante, disponete due o tre fette di melanzana essiccata su una metà del filetto, quindi anche mezzo fiore di zucchina e una foglia di basilico. Arrotolate ben stretto e legate con lo spago da cucina.
Rosolate di sgombri in padella con pochissimo olio, prima a fiamma viva, poi abbassando e avendo cura di cuocere su ogni lato (circa 20/25 minuti).
Servite con la crema di zucchine a specchio e qualche goccia di salsa di soia.

lunedì 18 giugno 2018

Sorbetto di albicocche, basilico e sciroppo di rose

Il rientro da un viaggio è sempre a bagaglio doppio: uno da passare in lavatrice, l'altro da aprire con cura per poter mettere in ordine tutti i bei ricordi, le foto dei tramonti e le camminate con i piedi immersi nella spuma di mare.

Ingredienti:
500gr di albicocche mature bio
un cucchiaio di sciroppo di rose
due/tre foglie di basilico
50gr di zucchero di canna
150ml di latte di mandorla
sale

Preparazione:
scaldate il latte con lo zucchero senza raggiungere il bollore. Immergetevi le albicocche tagliate a pezzetti, le foglie di basilico intere e lo sciroppo di rose. Fate riposare 30/40 minuti.
Eliminate le foglie di basilico e salate leggermente.
Utilizzate il frullatore a immersione, poi filtrate se necessario.
Ponete il sorbetto nella gelatiera o, se non la avete, in freezer mescolando ogni 15/20 minuti per quattro volte.

venerdì 15 giugno 2018

Insalata tiepida di astice e sgombro con verdure croccanti

Dopo una giornata di mare, al tramonto, non c'è niente di meglio di una terrazza con vista, una lanterna accesa, un calice di bianco e una buona compagnia.
Le nostre vacanze sono all'insegna del relax, delle passeggiate sulla spiaggia e delle serate a chiacchierare.

Ingredienti:
un astice
uno sgombro medio (400gr ca)
tre zucchine
due patate
una cipolla rossa di Tropea
un peperoncino fresco
aceto bianco
olio evo
sale
basilico

Preparazione:
cuocete l'astice in abbondante acqua salata bollente e fatelo riposare. Intanto soffriggete leggermente la cipolla tagliata  non troppo fine in olio extravergine, quindi sfumatela con l'aceto. Quando sarà evaporato, aggiungete il peperoncino e le patate a spicchi. Fate cuocere dieci minuti, poi alzate nuovamente la fiamma, aggiungete anche le zucchine e salate. In un'altra padella scottate i filetti di sgombro solo dalla parte della pelle, finché non sarà croccante. Lasciate riposare e componete l'insalata con qualche foglia di basilico.

lunedì 4 giugno 2018

Mix di tartare, menta e gomasio

Continuano i viaggi in cucina, da un estremo all'altro del mappamondo.
Un'idea semplice da preparare in anticipo, abbinata ad un calice di prosecco gelato.

Ingredienti:
300gr di filetto di salmone
300gr di filetto di tonno
un rametto di menta
gomasio
salsa di soia
olio evo
100gr di riso

Preparazione:
tagliate i filetti a cubetti regolari. Frullate le foglie di menta con olio, acqua e un pizzico di sale e conditevi il tonno.
Alla stessa maniera tagliate il salmone e conditelo con salsa di soia e gomasio.
Lasciate riposare in frigo e, intanto, preparate il riso bianco semplicemente sciacquandolo sotto acqua corrente e facendolo bollire in poca acqua. Fatelo raffreddare e create dei dischetti su cui adagiare le varie tartare. Servite con un calice di prosecco e rilassatevi.

martedì 29 maggio 2018

Picadillo a la habanera... A modo mio!

Quando mi metto in testa di fare un piatto e cerco delle idee per rivisitarlo, adattarlo al web o alle esigenze dei miei ospiti, magari ci penso per giorni e giorni prima di trovare la chiave. Quel che è certo è che se mi parlano di una ricetta cubana e a me viene voglia di farci un salto nel weekend, niente può fermarmi.

Una cucina povera, ma ricca di colori. Si sente ancora in giro per casa una nota di cumino, forte e persistente.
Un viaggio che ci si può davvero permettere in ogni momento.

Ingredienti:
700gr di macinato di maiale magro AZ. AG. STEFANO PUPPO
3 pomodori da sugo maturi
120/130gr di riso carnaroli
un peperone verde grande
due cipolle di Tropea
uno spicchio d'aglio
un cucchiaino di patè di olive nere
peperoncino in polvere, cumino
sale e pepe
olio evo

Preparazione:
mescolate la carne con il patè di olive, il peperoncino, un pizzico di sale, il cumino e poco olio. Lasciate marinare in frigo per un paio d'ore.
Cuocete il riso in poca acqua, senza lasciare che si asciughi del tutto ma quasi. Versatelo su di una placca da forno con la carta, stendendolo e compattandolo bene finché non si raffredda.
Tritate le cipolle e soffriggetele in un wok con l'olio e l'aglio in camicia. Aggiungete un pizzico di cumino, poi anche il peperone a listarelle, fate saltare e portare a cottura con poca acqua calda.
Aggiungete la macinata sgranando bene con un cucchiaio di legno. Fate cuocere per 15/20 minuti.
Intanto sbollentate i pomodori, privateli di pelle e semi interni e cucinateli per una decina di minuti, facendo ridurre. Frullateli quindi con olio e sale.
Utilizzate un coppapasta bagnato per creare delle cialde di riso che farete dorare in padella con l'olio oppure in forno molto caldo utilizzando anche la funzione grill.

Si viaggia sul serio, noi abbiamo guarnito il tutto con un paio di Mojito e un po' di musica!

martedì 22 maggio 2018

Aperitivo con rustica San Carlo®, cubi di salmone e maionese al wasabi

Il nostro weekend a sperimentare nuovi modi di vedere la rustica San Carlo® è stato davvero divertente. Pochi passaggi ai fornelli, una tavolata piena di ingredienti che ogni ospite può gestire a piacere: assemblando, mischiando, giocando con sapori e consistenze tra un cocktail Martini e un Hugo spritz.

Ingredienti:
rustica San Carlo
un filetto di salmone
un avocado maturo piccolo
yogurt greco 0%
wasabi
semi di sesamo
chili al lime

Preparazione:
mettete il filetto di salmone in freezer per 15 minuti, quindi tagliatelo in cubi piccoli e regolari. Intanto frullate la polpa dell'avocado mescolando con lo yogurt greco e il wasabi, fino a raggiungere consistenza e piccantezza desiderata.
Appoggiare i cubi di salmone nei semi di sesamo solo su un lato e scottateli così in padella caldissima lasciando il cuore rosa.
Componete le chips con una spolverata di chili al lime a finire.

lunedì 14 maggio 2018

BBQ: costine di maiale marinate, gin e caffè

Un altro impegnativo weekend di primavera è appena passato, il ritmo del lunedì è un po' rallentato e il prossimo venerdì sembra lontanissimo.
Questa volta ci siamo dedicati a quello che negli USA è un must: il barbecue.
Questa ricetta per le costine, lasciate marinare per 24 ore con spezie, gin e polvere di caffè, è perfetta anche per chi non ha la griglia e può sfruttare solo un terrazzino o un piccolo cortile.

Da quando abbiamo scoperto la
azienda agricola Stefano Puppo
il successo è assicurato!
Solo maiali allevati e macellati nell'azienda di famiglia, sulle colline dell'Oltrepo Pavese, per valorizzare e tramandare le tradizioni locali.

Ingredienti:
una fila di costine di maiale
un bicchierino di gin
un cucchiaino di polvere di caffè
un cucchiaio di senape forte
un mix di spezie a vostra scelta
mezzo bicchiere di zucchero di canna
sale
salvia

Preparazione:
mescolate le spezie, il caffè, lo zucchero di canna e il sale e massaggiatevi la carne in una teglia capiente. Aggiungete il gin e la senape diluiti con poca acqua tiepida. Affiancate un paio di rametti di salvia, coprite e ponete in frigo per almeno una notte.
Rosolate le costine su entrambi i lati in una padella molto calda. Rimettete in teglia e cuocete per 10 minuti coperto dalla carta argentata a 200°. Quindi scoprite e proseguite per altri 15' abbassando leggermente la temperatura.
Lasciate riposare le costine, intanto addensate il fondo di cottura in un pentolino con un pizzico di farina.

Chutney di mango:
scaldate un po' di aceto bianco con zucchero di canna, sale e abbondante peperoncino. Aggiungete mezzo mango maturo tagliato a cubetti piccoli e fate cuocere con poca acqua finché non riduce.

sabato 5 maggio 2018

Focaccia di patate, ricciola al mirto e aperitivo in terrazza

Dopo qualche giornata grigia, piovosa e fredda che ci ha riportato maglioni e giacche appena dimenticati, il weekend pare aprirsi con sole e cielo terso, perfetto per una passeggiata, qualche lavoretto di giardinaggio e un aperitivo in terrazza con amici.
Io ho già messo in fresco un paio di bottiglie di Jeio brut di Valdobbiadene!

Ingredienti:
400gr di farina (un mix di 0 e 1)
300gr di patate
150gr di olio evo
200gr di acqua tiepida
10gr di lievito fresco
un cucchiaino di zucchero
un cucchiaino di sale
sale grosso

...poi:
una ricciola da 700/800gr
mirto fresco
olio evo
sale
uno spicchio d'aglio

Procedimento:
mescolate le farine con il sale e lo zucchero, aggiungete le patate schiacciate e impastate man mano con olio, acqua tiepida e il lievito ammorbidito.
Fate lievitare per un paio d'ore, quindi disponete su una teglia ampia con carta forno e lasciate ancora riposare una mezz'ora. Schiacciate con le dita, bagnate con uno sbattuto di acqua e olio e spolverizzate con del sale grosso infornando a 200° (ventilato) per circa 20'. Utilizzate il grill per dorare.

Intanto pulite e sfilettate la ricciola lasciandola marinare in poco olio evo e un trito di mirto.
Soffriggete lo spicchio d'aglio e cuocete i filetti a fiamma viva solo dalla parte della pelle, bagnando la parte sopra con l'olio di cottura e tenendo il cuore morbido e succoso.
Stappate una prosecco superiore Jeio e brindate con gli amici!

venerdì 30 marzo 2018

Filetto di maiale in crosta, confettura di prugne e semi di girasole

I pranzi della domenica, in famiglia o tra amici, sono sempre un piacevole impegno, in ogni stagione.
A me piace preparare quasi tutto prima, ultimare le ricette all'ultimo momento con l'ausilio di un buon calice di vino e senza più sporcare la cucina.
O almeno queste sono le intenzioni!

Ingredienti:
un filetto di maiale (700/800gr)
due cucchiai di confettura di prugne
due cucchiai di semi di girasole
gomasio
un rotolo di pasta brisée
mezzo bicchiere di vino bianco
peperoncino in polvere
foglie di salvia

Preparazione:
iniziate legando il filetto con lo spagno da cucina e facendolo rosolare a fiamma alta in una casseruola, su tutti i lati.
Mettete a riposare la carne e sfumate il fondo di cottura con il vino bianco.
Preparate il condimento mescolando la confettura con i succhi della carne avanzati nella pentola, il peperoncino, il gomasio e i semi. Se necessario, ammorbidite con poca acqua calda.
Standete la pasta brisée, ponetevi al centro il filetto e cospargete con la confettura, massaggiandolo.
Adagiate alcune foglie di salvia e chiudete la pasta brisée. Utilizzate una striscia della pasta avanzata per rinforzare il fondo, perché potrebbe forarsi in cottura.
Infornate a 180° per 30 minuti, quindi lasciate riposare per cinque minuti prima di sfornare.
Servite tiepido, sarà più gustoso e anche più facile da tagliare.

martedì 27 febbraio 2018

Maccheroncini di piselli con seppie in umido

Negli ultimi tempi, tra una polenta e un carrello dei bolliti, stiamo lasciando molto spazio alla cucina alternativa, a volte senza glutine, a volte vegetariana, spesso con influenze asiatiche. Ogni giorno la scoperta di un nuovo pezzetto di quell'enorme puzzle che è il mondo culinario, così da rendere una semplice cenetta dopo una giornata di lavoro e commissioni un momento divertente e rassicurante.

Ingredienti:
200gr di maccheroncini di farina di piselli verdi gluten free
100gr di seppie piccole pulite
200ml di passata di pomodori datterini
Olio evo
Salsa di soia (tappo verde)
Uno spicchio d'aglio
Un peperoncino
Prezzemolo

Preparazione:
soffriggete delicatamente lo spicchio d'aglio in camicia in un cucchiaio d'olio aggiungendo anche il peperoncino.
Fatevi saltare a fiamma alta le seppie per qualche minuto.
Mettete da parte e, nella stessa padella, cuocete la passata di datterini a fuoco dolce. Dopo una ventina di minuti, unite le seppie e, con un po' di acqua calda, terminate la cottura.
Sbollentate la pasta tenendola al dente, poi saltatela in padella con un filo di salsa di soia.

martedì 30 gennaio 2018

Pollo caraibico: chili, lime e achiote

Il rientro è sempre un po' destabilizzante, ma la cucina può farci tornare indietro con la mente e le papille si possono crogiolare ancora un po' in quel paradiso caraibico.

Ingredienti:
un petto di pollo intero
un cucchiaio di chili
scorza e succo di un lime maturo
un cucchiaino di semi di achiote
un cucchiaino di semi di sesamo
rosmarino, salvia e alloro
peperoncino
olio evo
sale in fiocchi
mezzo bicchiere di vino bianco
un cucchiaio di farina

Radicchio, miele, aceto e uvetta
Polenta grigliata

Preparazione:
tagliate il pollo a cubetti uniformi, mettetelo in una ciotola. In un mortaio lavorate il chili, la scorza di lime grattugiata, i semi di achiote e sesamo con un filo d'olio e una mezza tazzina di acqua calda. Regolate di sale e unite al pollo, massaggiandolo con il succo di lime.
Aggiungete anche gli aromi e lasciate marinare in frigo per 24 ore.
Preparate il radicchio saltandolo in padella a fuoco alto, aggiungendo l'uvetta e il miele e sfumando con un paio di cucchiai di aceto (anche balsamico).
Cuocete il pollo in un tegame spolverizzandolo con un cucchiaio di farina e sfumandolo con mezzo bicchiere di vino bianco.
Enjoy!