venerdì 11 ottobre 2013

Anatra ripiena al vino rosso con funghi e sciroppo d'acero

...cadono le foglie.
L'anatra intera, portata in tavola così come esce dal forno, ben dorata e glassata, è decisamente un secondo scenografico adatto ad una cena importante; si prepara in anticipo ed è anche un piatto piuttosto originale, visto che si mangia sempre più raramente. Una valida alternativa alla più classica ricetta con l'arancia, tipica del periodo natalizio. Ora, assieme ai funghi, potete aggiungere anche le castagne, altro ingrediente di stagione.



Ingredienti (per 4):
1,5 kg di anatra pulita intera
1 cipolla di Tropea
2 carote
400gr di funghi misti
1 peperoncino secco
1 e 1/2 bicchiere di vino rosso strutturato
2 cucchiai di sciroppo d'acero (fac.)
1 etto di prosciutto crudo
1 cucchiaio di 'nduja
1 uovo
2 cucchiai di farina di ceci (o di castagne)
sale affumicato (fac.)
olio
pepe





Preparazione:
passate l'anatra sotto al rubinetto, controllando che l'interno sia stato pulito con cura. Eliminate gli eventuali pezzetti di grasso in eccesso.
Intanto preparate il ripieno, saltando in padella con un filo d'olio metà dose di funghi. Quindi metteteli nel mixer, assieme con il prosciutto crudo, la 'nduja e l'uovo. Incorporate poi a mano la farina di ceci (circa due cucchiai, ma dovete andare ad occhio).
Tamponate l'anatra con la carta assorbente, massaggiatela con sale e pepe, quindi riempitela con la farcia, senza esagerare. Chiudetela con degli stuzzicadenti o con l'apposito filo.
Nella padella in cui avete saltato i funghi, rosolate a fiamma alta l'anatra, su tutti i lati, finché non è ben dorata. Quindi adagiatela nella teglia e fatela riposare. Eliminate parte del grasso dalla padella, quindi soffriggete la cipolla e le carote con un piccolo peperoncino. Sfumate con mezzo bicchiere di vino. Aggiungete anche i funghi.
Spennellate l'anatra con lo sciroppo d'acero, bagnate con il mezzo bicchiere di vino avanzato, aggiungetevi attorno i funghi e infornate, comprendo la teglia con l'alluminio (foratelo in un paio di punti per far uscire il vapore in eccesso), a 180° per 1 ora.
Lasciate riposare l'anatra (se avete tempo), quindi infornatela nuovamente con l'ultimo mezzo bicchiere di vino, aggiungendo acqua se asciuga troppo, senza coperchio, per 1 ora a 180°.
Fatela raffreddare 10 minuti prima di servirla.




Con questa ricetta partecipo alla bella iniziativa di Cardamomo & Co, perché portare in tavola piatti senza glutine non sia un ostacolo, un problema per occasioni importanti o cene quotidiane. Infatti, utilizzando farine naturalmente prive di glutine (come quella di ceci, di castagne ecc.) potete modificare tutte le vostre ricette dolci e salate!








4 commenti:

  1. Proprio un bel piatto sostanzioso! Mi piace molto...
    Buon weekend
    Tiziana

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Tiziana, sono contenta ti piaccia :)

      Elimina
  2. Una ricetta strepitosa. Adoro l'anatra e il sapore agrodolce dato dallo sciroppo d'acero esalta sicuramente tutti gli ingredienti. Sì, ha ragione, ci vedo bene anche io le castagne e l'aggiunta della farina di ceci o di castagne è una genialata; tante volte non si può gustare una pietanza che potrebbe essere solo perché contiene pochi grammi di farina...
    grazie della tua solerzia e della tua partecipazione! :*

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Stefania per il bel commento :)

      Elimina

Fammi sapere cosa ne pensi!